A San Lazzaro le Olimpiadi di Uliano Guizzardi

Image

Il 27 luglio 2012 a Londra si apre la 30esima edizione delle Olimpiadi moderne che, però, avrà un preludio a San Lazzaro (Bologna), dal 19 al 25 luglio, nella Sala di Città del municipio in via Emilia 92.
Anticipazione data dalla mostra dell’artista Uliano Guizzardi, dedicata proprio agli sport olimpici, che sarà inaugurata, alle 18 del 20 luglio, dal presidente del Cid-Aics Mauro Ottavi, dal presidente provinciale dell’Aics di Bologna Guido Marchiani e dall’assessore alla cultura del Comune di San Lazzaro Roberta Ballotta. L’inaugurazione è aperta a tutti con rinfresco finale. L’esposizione sarà aperta al pubblico, dal 19 al 25 luglio, con ingresso libero dalle 18.30 alle 21.
«Con queste mie opere – racconta l’artista Uliano Guizzardi – cerco di focalizzare l’attenzione su come, nel tempo, si sono evolute le gare sportive in generale. Le stesse Olimpiadi, infatti, hanno subito grandi mutazioni. Se pensiamo che nelle prime edizioni antiche le donne non potevano nemmeno assistere ora, a pieno diritto, gareggiano come gli uomini in tutte le discipline. Ma quello che maggiormente mi colpisce sono gli atleti delle Paralimpiadi (vittime di incidenti o nati con handicap) che, con carattere e tanta, tanta, forza di volontà sono riusciti a fare il “miracolo” di essere atleti in discipline agonistiche».
L’esposizione d’arte è stata organizzata dal Cid-Aics di San Lazzaro e dall’Aics provinciale di Bologna per rendere omaggio a questo grande evento sportivo mondiale e allo stesso artista di Bomporto. Con la mostra “Olimpiadi” Uliano Guizzardi ha, infatti, valorizzato lo sport e gli atleti che vi parteciperanno cimentandosi in molte discipline.
Col presidente del Cid-Aics, Mauro Ottavi, ad osservare che «l’arti-sta ha voluto, e saputo, esprimere tramite le sue opere “tridimensionali” l’evento sporti-vo più importante anche attraverso l’evoluzione che le olimpiadi moderne hanno vissuto attraverso i suoi atleti. Alla fine del Nove-cento erano gli uomini a confrontarsi nei giochi olimpici, poi le donne per arrivare, infine, all’organizzazione delle Paralimpiadi».
Come precisa con soddisfazione il presidente dell’Aics di Bologna, Guido Marchiani, l’Associazione Italiana Cultura Sport (Aics) nasce nel 1962 come ente nazionale di promozione sportiva. Nel corso de-gli anni estende il suo raggio d’azione a: cultura, politiche sociali, terzo settore, turismo sociale, ambiente e protezione civile. L’associazione, laica e apartitica, sul territorio nazionale sfiora il milione di soci e, nel bolognese circa 250 associazioni affilia-te con circa 34.000 iscritti.
Per info: Cid-Aics: 051.461147, info@cid-aics.it, http://www.cid-aics.it; Aics Bologna: 051.503498, bologna@aics.it, http://www.aicsbologna.it.

Giancarlo Fabbri     

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...