In Sala di Città chi fece grande San Lazzaro

Image

San Lazzaro

In occasione della 182esima edizione della Fiera di San Lazzaro dal 2 al 5 agosto 2012, i visitatori dalle 18.30 alle 23.30 saranno accolti, nella Sala di Città del municipio di San Lazzaro in via Emilia 90, da quattordici delle tante persone che in vari modi, ed epoche, con le loro azioni e attività hanno fatto di un borgo agricolo una città. Si tratta della mostra documentaria, e fotografica, “di buona fama” che è stata presentata in anteprima alla stampa lo scorso venerdì 27 luglio dal sindaco, Marco Macciantelli, e dalla professoressa Matilde Callari Galli docente di Antropologia culturale all’Università di Bologna.
Come ha osservato la Callari Galli «la memoria è fatta di ricordi, di fatti, di cultura, e questa mostra ben rappresenta l’identità di San Lazzaro dando anche un segno di gratitudine alle persone qui ricordate e a quanto hanno fatto a favore di questo territorio. Anche per questo bisogna essere consapevoli della memoria, sia delle persone sia del territorio, e proteggerla, perché fa parte della nostra identità».
Il sindaco ha quindi colto l’occasione per ringraziare il “Comitato per lo studio e la valorizzazione del territorio” che ha curato l’esposizione su iniziativa dell’assessorato alla cultura con l’Istituzione Prometeo. Con una serie di pannelli la mostra racconta alcuni personaggi che, per varie ragioni, hanno lasciato una traccia sul territorio di San Lazzaro. Per il 2012 sono stati scelti: Flavio e Luigi Bertelli, Carlo Berti Pichat, Laura Bevilacqua Ariosti Rodriguez. don Andrea Biavati, Filippo De Pisis, Luigi Donini, Luigi Fantini, Dino Gavina, Carlo Jussi, Cesare Maltoni, don Olinto Giuseppe Marella, Francesco Orsoni, Paolo Poggi e i primi sindaci del dopoguerra, e Giuseppe Ragni.
L’esposizione è stata ideata e curata, su progetto dell’architetto Francisco Giordano, oltre che dallo stesso Giordano, da Beatrice e Giovanni Bettazzi, Maria Franca Lubinu, Mauro Maggiorani, Gabriele Nenzioni, Pier Luigi Perazzini, Ginevra Selli e Leonardo Tedeschi.
Visto il gran lavoro di ricerca storica, fotografica e documentaria, fatto dal comitato, il sindaco Macciantelli ha quindi auspicato che venga poi pubblicato, in un fascicolo a colori, in modo da distribuirlo a tutte le famiglie sanlazzaresi per rinnovare la memoria su personaggi che, in un modo o nell’altro, hanno inciso sulla storia di San Lazzaro.

Giancarlo Fabbri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...