Sermenghi: “Ho sbagliato a sostenere il Lotto due bis”

Immagine

In rosso il progetto preliminare del Lotto due bis della Lungosavena bocciato dalla giunta

Castenaso (Bologna)

Non capita tutti i giorni di sentire un sindaco dire «mi sono sbagliato». Ma è successo al sindaco di Castenaso (Bologna), Stefano Sermenghi, a Villanova, nell’assemblea promossa dai comitati contrari a Passante e Passantino, a nord di Bologna. «A suo tempo (assessore ai lavori pubblici) avevo sostenuto il progetto del “Lotto due bis”, pensato per unire la Lungosavena alla San Vitale, ma però stavo sbagliando».
«Il progetto – ha precisato il sindaco – è complesso e costoso, oltre 14 milioni di euro di cui due per spostare un acquedotto e dei gasdotti. C’è chi sostiene che il tracciato c’è già per due terzi, le vie Verdi e del Lavoro, ma non è così; andate a vedere via Verdi». Nel frattempo il comitato “Per Villanova” aveva proposto al sindaco la possibilità di modificare il progetto adottando l’idea del ponte sulla ferrovia, proposta dalla giunta un anno fa ma vicino alla Stellina, al posto del tunnel sotto la linea ferrata. Soluzione che avrebbe evitato di dover spostare le cinque condotte sotterranee.
Soluzione poi adottata, come alternativa al Lotto due bis, più vicina al capoluogo con direzione via Bargello e non più su via dell’Industria. Variante, ritenuta meno costosa, già approvata dal consiglio comunale di Castenaso. «Il nuovo percorso – ha detto Sermenghi – costa meno e si unirà alla Lungosavena tramite via Bargello, allargata, sulla quale verranno realizzate due rotatorie. Il comitato locale si preoccupa giustamente del traffico che grava sulla frazione ma il traffico – ha concluso il sindaco – c’è dappertutto e non solo a Villanova».
Per il segretario del comitato, Giacomo Mascagni, la giunta «ha fatto finta di valutare le proposte dei cittadini avallando poi la soluzione alternativa a favore del capoluogo. Non si comprende perché il ponte vada bene alla Stellina ma non a Villanova. Ci sentiamo presi in giro». Il portavoce del comitato, Dario Chiletti, ritiene «non ci sia la volontà di risolvere il problema di Villanova» sollecitando la realizzazione del Terzo lotto che dovrebbe unire la rotonda Sabadino degli Arienti a via dell’Industria superando (sopra o sotto) via Mattei e la ferrovia.
Con il sindaco di Castenaso a precisare che «il Terzo lotto è a carico del Comune di Bologna che dovrà trovare circa 43 milioni di euro per realizzarlo. E sarà difficile, per il sindaco di Bologna, giustificarne la spesa soltanto per risolvere i problemi di Villanova. Servono pressioni e interventi della Provincia e della Regione; e soldi dallo Stato».

Giancarlo Fabbri

Annunci

One thought on “Sermenghi: “Ho sbagliato a sostenere il Lotto due bis”

  1. C’è voluto un bel pò di anni per capire che il progetto del 2bis andava bocciato fin dal nascere vuoi perché tradiva lo scopo di agevolare la viabilità dell’area artigianale Cà dell’Orbo, vuoi per i costi eccessivi di realizzazione. Oggi si prospettano nuove esigenze che promuovono una massicccia espansione edificatrice che si mangerà i terreni agricoli a lato della via Bargello. Questo è il potere dei “signori del cemento”.
    giacomo mascagni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...